Watergas
30-09-2020 / redazione watergas.it

18.652 PRESENZE PER CHENGDU INTERNATIONAL ENVIRONMENTAL PROTECTION EXPO, LA PRIMA FIERA DAL VIVO DELLA CINA OCCIDENTALE NEL SEGNO DELLA CIRCULAR ECONOMY

18.652 PRESENZE PER CHENGDU INTERNATIONAL ENVIRONMENTAL PROTECTION EXPO, LA PRIMA FIERA DAL VIVO DELLA CINA OCCIDENTALE NEL SEGNO DELLA CIRCULAR ECONOMY Peraboni, amministratore delegato IEG: “Occupato il 75% degli spazi, un dato straordinario” Anche una collettiva italiana con 7 imprese: Enea, GM Green Methane, HBI, Mega System, Sumus Italia, TCR Tecora, Veolia - Evaled. La prossima edizione a Chengdu dal 20 al 22 maggio 2021

Cresce costantemente nell’area cinese la richiesta di green technologies, come è emerso con nettezza dalla 16a edizione della più grande manifestazione di settore Chengdu International Environmental Protection Expo (CDEPE) la prima fiera green a svolgersi dal vivo nella Cina Occidentale. Conclusasi lo scorso 26 settembre al City New International Convention and Exhibition Center, CDPE ha registrato 18.652 presenze professionali, 312 aziende su 22mila metri quadri. Co-organizzata da Sichuan Environmental Protection Industry Association (SCEPI) ed Europe China Environmental Exhibitions, società di Italian Exhibition Group (IEG) con il supporto di China Association of Environmental Protection Industry (CAEPI), CDEPE si è avvalsa anche quest’anno dell’expertise e del know-how di Ecomondo - la manifestazione IEG punto di riferimento in Europa per la green economy (in calendario per la sua prossima edizione in Italia, alla Fiera di Rimini, dal 3 al 6 novembre 2020, www.ecomondo.it).
“CDPE ha occupato il 75% degli spazi rispetto al 2019 – ha detto l’amministratore delegato di IEG, Corrado Peraboni – un dato straordinario se si valuta la congiuntura economica causata dall’emergenza sanitaria mondiale, soprattutto una testimonianza del valore dello strumento fieristico per la circular economy”.  
Internazionalizzazione, specializzazione e innovazione hanno contraddistinto l’edizione di quest’anno, valutata strategica dalle autorità locali strategica per lo sviluppo dei settori della protezione ambientale e del risparmio energetico. CDPE 2020 ha testimoniato la ripresa del business green internazionale nella Cina occidentale. Oltre alle aziende dal vivo anche aziende estere che hanno partecipato da remoto, da Italia, USA, Giappone ecc., grazie a dirette streaming, nel  corner espositivo promozionale dedicato. Tra queste la collettiva Italiana con 7 imprese: Enea, GM Green Methane, HBI, Mega System, Sumus Italia, TCR Tecora, Veolia - Evaled. 
 
Trattamento delle acque, rifiuti solidi, inquinamento dell'aria, recupero ecologico, controllo ambientale, tra le tematiche affrontate nei 20 eventi calendarizzati in fiera. Protagonisti del Main Forum sulla cooperazione internazionale, Guido Bilancini - Console Generale d'Italia a Chongqing, Fan Yuansheng - Presidente di China Association of Environmental Protection Industry, Teng Jianli - Vice Secretary-General China Environmental Protection Industry Association, Yang Youyi - Second Inspector Sichuan Provincial Department of Ecology and Environment, Li Mei -  Second Inspector Sichuan Provincial Economic and Information Department. 
Rilevata inoltre una crescita delle opportunità di mercato nel settore green che si riflette in una  specializzazione maggiore e qualificazione delle presenze. Le aziende provenienti della provincia del Sichuan sono cresciute del 4% rispetto al 2019, tra queste il 20% era rappresentato da aziende di Chengdu, mentre quelle provenienti dalle altre aree geografiche della Cina si sono attestate intorno al 55%. 

TROVA NEWS


QuickLinks Iscriviti
Advertising